Ostuni medievale


La Ostuni medievale, nota anche come ‘Città bianca’, è posto sulla cima di un colle racchiuso da mura e da torrioni. Dall’epoca Normanna in poi Ostuni fiorisce sotto l’aspetto economico, sociale, urbano ed architettonico. La sua ascesa ed importanza sono attribuibili sia alla presenza di una sede vescovile dal sec. X sia perché godeva del ‘regio demanio’, essendo assoggettata solo al potere centrale del re. L’epoca della dominazione degli Zevallos (dal 1639 al 1804) segna un periodo buio, caratterizzato da uno sfruttamento indiscriminato di tutte le risorse cittadine e da una miseria generale.
Ulteriori informazioni

Consulta la mappa

Concattedrale di Santa Maria Assunta (1435-1495)

Largo Trinchera
72017 Ostuni

La Cattedrale dedicata a S. Maria Assunta è un capolavoro dell’architettura romanico-gotica. Eretta tra il 1435 e il 1495, è uno dei monumenti più noti di tutta la regione. La facciata, divisa in tre corpi, presenta altrettanti portali ogivali finemente scolpiti. L’interno, a pianta basilicale, presenta altari lignei barocchi e conserva un coro del Seicento, pregevoli sculture e pitture, tra cui un dipinto di Jacopo Palma il Giovane. altro….
Iscrizioni 
Cartapulia

Chiesa di San Cosimo o San Giacomo di Compostela, XV sec.

Via Bixio Continelli
72017 Ostuni

La chiesa di S. Giacomo in Compostela fu realizzato agli inizi del sec. XV e, pur essendo di modeste dimensioni, per la bellezza delle sue decorazioni architettoniche in stile neogotico, divenne uno dei più importanti edifici religiosi della città. Camminando all’esterno del centro storico si notano un arco ogivale con una monofora e una nicchia al centro: è ciò che resta dell’abside abbattuta in fase di ristrutturazione della cinta muraria. altro….

Cartapulia

Santuario di S. Biagio, XII sec.

Località S. Biagio
72017 Ostuni

Il Santuario dedicato a S. Biagio, vescovo di Sebaste e martire, con la grotta naturale affrescata secondo lo stile basiliano, costituisce uno degli esempi più interessanti d’insediamento monastico lungo tutta l’area delle Murge meridionali. La primitiva chiesa fu eretta nel XII secolo in posizione panoramica, nell’incavo del monte omonimo dove il santo trovò rifugio durante le persecuzioni contro i cristiani. Il 3 Febbraio, in occasione della festa del Santo Patrono, molti fedeli vi si recano in pellegrinaggio.

Cripta della Chiesa di S. Maria della Nova

Località Madonna della Nova
72017 Ostuni

La Chiesa di S. Maria della Nova è situata all’ interno di una lama, nel luogo anticamente chiamato ‘li furchi’ (che significa ‘ricovero per animali selvatici’). Fu eretta nel 1561 su un’antica cripta; nella cavità rocciosa si conserva, infatti, la più antica chiesa rupestre risalente all’XI-XII secolo, quando a Ostuni era presente una comunità bizantina che aveva sacerdoti propri che officiavano accanto ai sacerdoti di rito latino.