Edicola votiva della Crocifissione


Edicola votiva n. 30

COLLOCAZIONE piazzale Domenico Colucci
ALTEZZA DA TERRA  220
DATAZIONE  non accertabile
MISURE  90 x 85 x 21
DATA COMPILAZIONE aprile 2003

DESCRIZIONE La nicchia scavata nel muro con terminazione cuspidata è priva
di edicola. Le ripetute imbiancature a calce hanno coperto il soggetto sacro al punto da renderlo poco leggibile.

NOTE La presenza di questa edicola, su di un caseggiato che nell’Ottocento doveva segnare il limite estremo del quartiere sviluppatosi a mezzogiorno del palazzo Carissimo, è da mettersi in relazione con l’antica tradizione di contrassegnare con una struttura votiva l’ingresso di un centro abitato, come buon auspicio e come protezione da influenze maligne.

Immagine votiva della Crocifissione

OGGETTO  rilievo
SOGGETTO  Crocifissione
DATAZIONE non accertabile
MATERIA terracotta dipinta
MISURE 70 x 60
STATO DI CONSERVAZIONE mediocre

DESCRIZIONE Il gruppo scultoreo è costituito centralmente dalla croce sulla quale è inchiodato il corpo di Cristo. A sinistra si scorge la Madonna e a destra due figure, forse San Giovanni Evangelista e la Maddalena.

NOTE Le storie della Passione hanno profondamente suggestionato la pietà popolare che al Crocifisso ha dedicato alcune edicole votive. Le persone più anziane del quartiere, anticamente noto come l’orto di Maiunno o du lu Padrencine, ricordano il bassorilievo da tempo immemorabile.