Bastione del Tesoro


All`inizio del XVII sec., non potendosi realizzare il piano sistino che prevedeva l’ampliamento della città con una nuova cinta muraria, si decise di restaurare le antiche cortine leonine (1518-1520) fortificandole nei due lati più lunghi con bastioni pentagonali a base scarpata, cordonatura e parapetto. I documenti d’archivio non sono espliciti sul nome del progettista che probabilmente fu Giovanni Branca, architetto della santa Casa di Loreto dal 1614 al 1645.

Ulteriori informazioni

Consulta la mappa